Jacopo Quadri

Jacopo Quadri, montatore cinematografico, è nato il 17 novembre 1964. Diplomatosi al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma nel 1987, ha lavorato a più di 90 lungometraggi e documentari, presentati nei più prestigiosi festival internazionali, ricevendo importanti riconoscimenti: dal Gran premio della Giuria a Venezia per Morte di un matematico napoletano di Mario Martone nel 1992, al Leone d’oro per Sacro GRA a Venezia nel 2013, all’Orso d’oro a Berlino nel 2016 per Bertolucci, Marco Jacopo Quadri, montatore cinematografico, è nato il 17 novembre 1964. Diplomatosi al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma nel 1987, ha lavorato a più di 90 lungometraggi e documentari, presentati nei più prestigiosi festival internazionali, ricevendo importanti riconoscimenti: dal Gran premio della Giuria a Venezia per Morte di un matematico napoletano di Mario Martone nel 1992, al Leone d’oro per Sacro GRA a Venezia nel 2013, all’Orso d’oro a Berlino nel 2016 per Fuocoammare di Gianfranco Rosi. Ha collaborato, tra gli altri, con Bernardo Bertolucci, Marco Bechis, Paolo Virzì, Zhang Yuan, Apichatpong Weerasenthakul, Francesca Archibugi.

Jacopo Quadri, come montatore, ha vinto 13 premi e ha avuto 21 candidature. Tra i premi vinti il Nastro d’argento 2013 per IO e TE di Bernardo Bertolucci, il David di Donatello nel 1999 per Teatro di guerra di Mario Martone, il Premio Condor in Argentina per Garage Olimpo di Marco Bechis, il premio FICE miglior montatore 2013 per IO e TE, Sacro GRA e Piccola Patria, il Premio Perpignani miglior montatore per Fuocommare nel 2016, Il Premio Casa Rossa alla carriera, 2016. Oltre a essere membro dell’Accademia del Cinema Italiano e degli EFA, dal 2017 è votante agli Academy Award.

Ha firmato la regia dei seguenti documentari: Saharawi- voci distanti dal mare, 1997 (in co-regia con Antonietta De Lillo e Patrizio Esposito), La terra trema, 1998 e Un posto al mondo, 2000 (in co-regia con Mario Martone). E ha realizzato i cortometraggi Marisa, 2000, e Statici, 1996-2002; La scuola d’estate, documentario lungometraggio di cui firma anche il montaggio e la produzione, vincitore del Premio speciale Nastri d’Argento 2015 e, per la miglior regia, del Premio Libero Bizzarri 2015; Il paese dove gli alberi volano, in co-regia con Davide Barletti, di cui è anche produttore e montatore, presentato alle Giornate degli autori della 72. Mostra del cinema di Venezia; Lorello e Brunello, vincitore del Premio Cipputi e della Menzione speciale della giuria internazionale al 35. Festival del cinema di Torino e presentato nel 2018 ai festival di Rotterdam, Berlino e Nyon. Ultimina è stato presentato in prima mondiale, in concorso, all’ International Documentary Film Festival (IDFA) di Amsterdam nel novembre 2020 e al Trieste Film Festival dove ha vinto il Premio Corso Salani. Insieme a Greta De Lazzaris cura la regia di Siamo qui per provare documentario lungometraggio che debutta alle Giornate degli Autori a Venezia nel 2022. Per ultimo un altro film di argomento teatrale, 75-Biennale Ronconi Venezia presentato alla 17. Festa del Cinema di Roma nell’ottobre 2022.

SOSTENITORI
SPONSOR
FESTIVAL GEMELLATI
PARTNER DEL FESTIVAL
ALTRI PARTNER