Il BFFB chiude una gran 37ª edizione

Si è conclusa con grande successo nel fine settimana la 37esima edizione
del BOLZANO FILM FESTIVAL BOZEN (12 – 21 aprile 2024). 

A chiudere il festival è stato il film d’animazione Linda e il pollo
di Chiara Malta e Sébastien Laudenbach. 

Durante i dieci giorni di programmazione, il festival ha proposto una vasta selezione di circa 100 film, attirando un entusiasta pubblico nazionale e internazionale, con un totale di oltre 6.000 spettatori presenti. La cerimonia di premiazione, tenutasi sabato sera, ha visto l’assegnazione di nove prestigiosi premi, tra cui due menzioni d’onore e due menzioni speciali, per un totale di 20.000 euro. I dettagli sui film vincitori sono disponibili qui.

La 37a edizione del BFFB è stata la seconda sotto la direzione artistica di Vincenzo Bugno, che ha ne ha  ulteriormente affinato il profilo. Ispirandosi alla regione dell’Alto Adige e ai suoi dintorni, il festival ha esplorato tematiche legate ai confini, ai passaggi di frontiera, alle minoranze, alle lingue, alle identità e ai conflitti ad esse associati. Questo si è riflesso nel Concorso che ha proposto dodici lungometraggi e documentari o nella sezione RealeNonReale con altri cinque documentari, tutti di produzione e coproduzione italiana, tedesca, austriaca e svizzera. Anche il Focus, dedicato al cinema indigeno brasiliano, ha rispecchiato queste tematiche, così come le sezioni BFFB Special con film d’autore e Local Heroes con opere di giovani registi della regione. Il festival ha inoltre
reso omaggio all’eccezionale produttore altoatesino Karl “Baumi” Baumgartner.

Vincenzo Bugno, direttore artistico del festival, ha dichiarato: “Guardando indietro ai dieci giorni di festival, possiamo essere orgogliosi di essere riusciti a costruire un evento coinvolgente, stimolante e proficuo. Il nostro programma è riuscito a rispecchiare la ricca e complessa storia culturale della regione, suscitando un forte interesse sia a livello locale che internazionale. Il tema dell’identità, strettamente connesso a quello dei confini, delle minoranze, delle lingue, è stato il fil rouge che ha percorso ogni sezione, unendo produzioni provenienti da tutto il mondo. Vorrei inoltre ringraziare tutti i partner del festival di quest’anno, che ne hanno reso possibile la realizzazione e senza il cui sostegno il BFFB non sarebbe stato possibile”.

Novità di questa edizione del BFFB gli Industry Days organizzati in collaborazione con l’IDM Film Commission Südtirol che hanno registrato un notevole successo, soprattutto tra gli addetti ai lavori. Tra le iniziative lanciate, anche il nuovo programma di formazione internazionale MASO, promosso da IDM Film Commission Südtirol, dal Bolzano Film Festival Bolzano BFFB, dagli assessorati alla cultura della Provincia Autonoma di Bolzano e da altri partner europei.
Il programma, rivolto principalmente a registi provenienti da gruppi sociali sottorappresentati, offrirà a otto team creativi composti da due persone (autore/autrice o regista da un lato e da un produttore/produttrice dall’altro) la possibilità di partecipare a workshop e sessioni di tutoraggio condotte da esperti di fama internazionale, al fine di sviluppare e distribuire i propri cortometraggi.
Le candidature per il programma MASO sono aperte fino al 30 giugno 2024 e possono essere inviate qui.

SOSTENITORI
SPONSOR
FESTIVAL GEMELLATI
PARTNER DEL FESTIVAL
ALTRI PARTNER